Computo dei sei scatti nel TFS

2 giugno 2021

Con una sentenza del 2019, il Consiglio di Stato ha stabilito il diritto anche dei pensionati del Comparto Sicurezza e Difesa al computo dei sei scatti nel TFS, come previsto dall'art. 6-bis del D.L. n. 387/1987, alla condizione che l’interessato, cessato anticipatamente a domanda, abbia maturato, all'atto del pensionamento, 55 anni di età e 35 anni utili di servizio.
Il Consiglio di Stato ha operato una lettura organica dell'art. 6-bis comprendendo in essa il finora inapplicato comma 2, che prevede l'estensione del beneficio previsto dal comma 1 anche ai pensionati a domanda che abbiano compiuto i 55 anni di età e i trentacinque anni di servizio utile. È da ritenersi che l’indubbiamente infelice formulazione della disposizione abbia consentito finora all'INPS di disapplicarla per il caso di pensionati a domanda. Ha, inoltre, escluso che la norma rechi un qualunque termine decadenziale e ha chiarito che il predetto comma 2 vada applicato a chiunque, indistintamente, possegga i visti requisiti.

All'autorevole pronuncia del Consiglio di Stato si sono successivamente uniformate le sentenze dei TAR del Friuli Venezia Giulia e della Lombardia, che hanno, entrambi, riconosciuto la spettanza del diritto.

Se vostra intenzione è quella di rivendicare il vostro diritto ai sei scatti sul TFS, il nostro Studio è in grado di tutelarvi, accompagnandovi nei vari passaggi necessari per la rivendicazione dei vostri diritti.
Vuoi maggiori informazioni? Vuoi ricevere documentazione? Vuoi ricevere un preventivo per un eventuale ricorso? Hai dubbi di qualsiasi tipo circa la spettanza del diritto? Vai alla pagina dedicata ai Sei scatti nel TFS cliccando qui

Avv. Francesco Visciotto