Istanza di ricalcolo dei pensionati: conto alla rovescia!!!

Amici,

i soli colleghi pensionati che hanno spedito l'istanza, segnino la data sul calendario e comincino a contare i giorni. A partire da quel momento, infatti, se ne determina il rigetto se l'INPS non provvede a comunicare la sua decisione nel termine di centoventi giorni.

Può anche darsi, però, che l'INPS risponda formalmente, accogliendo o respingendo.

Se scrive accogliendo, siamo tutti contenti. Se scrive non accogliendo, così come, anche, se decorrono i 120 giorni, che è la stessa cosa, dobbiamo invece prepararci al seguito e organizzare l'eventuale ricorso alla Corte dei Conti.

A questo punto, esorto i colleghi pensionati che non lo hanno ancora fatto - per un motivo o per l'altro - a provvedere alla spedizione dell'istanza, comunicandomi la data.

Per conto mio tengo come termine generale, per tutti, quello del 15 maggio. Questo mi consente di aggiornarci al 15 settembre (cioé dopo le ferie estive) per le ulteriori azioni.

Nel frattempo continuate a seguirmi e a divulgare l'iniziativa.

Cari saluti a tutti.

 

Diritti&Rovesci